Vedi profilo

🎧 Streaming E Musica #33

Music Promoter
Ciao sono Fabrizio Pucci e raccolgo le news, gli esempi, i consigli e i migliori tool per promuovere la tua musica online.

La pandemia ha chiuso i concerti dal vivo su cui la maggior parte dei musicisti professionisti fa affidamento per le proprie entrate economiche. 
Lo stop ha portato molti musicisti a reinventarsi online, cercare nuove strade per guadagnare dalla propria musica e interrogarsi sui guadagni derivanti dallo streaming musicale.
Fabrizio quanto posso guadagnare con Spotify?
Risposta breve: poco, pochissimo.
Risposta lunga: dopo il grafico.
Streaming Wars - https://www.visualcapitalist.com/
Streaming Wars - https://www.visualcapitalist.com/
Il podio dei servizi audio è:
  • Spotify 144M
  • Apple Music 68M
  • Amazon Prime Music 55M
Wow fantastico e quindi quanto posso guadagnare con Spotify?
Poco, pochissimo.
.
Quanto Guadagni Su Spotify?
Royalties Calculator è un servizio gratuito che ti permette, inserendo il tuo nome, di avere una stima di quanto dovresti guadagnare da Spotify ogni mese o ogni anno.
Non è affidabile al cento per cento ma è utile per farsi un’idea:
  • se sei un artista controlli le royalties che dovresti ricevere;
  • se sei un fan scopri quanto guadagna il tuo musicista preferito;
  • se sei un'etichetta o un editore vedi se i diritti d'autore che paghi ai tuoi artisti corrispondono alla stima.
Mina - Stima dei guadagni su Spotify
Mina - Stima dei guadagni su Spotify
È una buona idea quindi, da musicista, affidarsi ai guadagni dello streaming musicale?
Lo chiedo a te.
Se ad esempio Mina guadagna al mese $3.500, tu quanto puoi guadagnare su Spotify?
Poco, pochissimo.
.
Streaming, Musica E Guadagni
Per approfondire la questione dei guadagni online derivanti dallo streaming, trovo interessante lo studio pubblicato a settembre dal governo del Regno Unito, che spiega (sto semplificando) come per vivere di musica online dovresti accumulare un milione di streaming al mese(!).
Hyojung Sun
It's great to see our report make the front cover of the Guardian! @hesmondthing, Richard Osborne, Kenny Barr, @The_IPO @CreativePEC @futurescreensni
https://t.co/3e34KBeJie https://t.co/zMIlMeCg0K
Lo studio Music Creators’ Earnings in the Digital Era di David Hesmondhalgh, Richard Osborne, Hyojung Sun e Kenny Barr è un lavoro importante e, come troppo spesso accade, il panorama che viene svelato non arriva ai musicisti indipendenti e alle piccole etichette. 
Non arriva a tutto quel tessuto di anime che amano davvero la musica e che oggi, subendo il mito delle visualizzazioni online, alimentano un mercato che gioca contro di te, che non ti paga in modo adeguato. 
.
Chi Guadagna Dallo Streaming Musicale?
Nella newsletter scorsa ho scritto di come le major avevano subito enormi danni economici da servizi come Napster fino a reinventarsi e a tornare ad avere profitto tramite la rivoluzione dello streaming, che ha dato loro nuova linfa.
Chi guadagna oggi dallo streaming musicale? Solo le più grandi case discografiche del mondo: 
  • Universal Music; 
  • Sony Music; 
  • Warner Music.
Sono le vincitrici assolute dello streaming. 
Ogni settimana, nove delle dieci canzoni più ascoltate a livello globale sono di proprietà di una delle tre major.
.
Lo Streaming Risorsa Per Gli Investitori
Lo streaming è diventato una risorsa sicura e prevedibile per i grandi investitori.
“(…) la musica è un business da superstar”, afferma Mark Mulligan, analista e amministratore delegato di Midia Research.
L'economia dello streaming sta funzionando in maniera davvero efficace in molti modi. La musica ora è considerata stabile, quindi i grandi investitori istituzionali stanno investendo nello streaming perché lo vedono come una risorsa sicura e prevedibile.
Ma vogliono investire nelle aziende più grandi e le major hanno più quote di mercato, hanno più artisti – i più grandi – hanno più stream, hanno più tutto”. 
È chiaro che lo streaming è diventato fondamentale per ogni musicista, che abbia pubblico oppure no, ed è chiaro che lo streaming offre opportunità di promozione musicale impensabili per i musicisti indipendenti.
Geoff Taylor, amministratore delegato della BPI (British Phonographic Industry), l'associazione che rappresenta le case discografiche nel Regno Unito, afferma:
Più artisti stanno avendo successo nell'economia dello streaming rispetto all'economia dei CD. Ma ovviamente ce ne sono anche altri che non hanno successo, semplicemente perché ora ci sono molti più musicisti sul mercato. 
Penso che lo streaming sia stato un bene per i musicisti più piccoli e per quelli più grandi. 
Tuttavia, senza una remunerazione equa il sistema attuale fa guadagnare solo le celebrità.
"La maggior parte degli artisti non può nemmeno comprare una tazza di tè dallo streaming”, afferma Tom Gray. “Il 99% degli artisti non vedrà i vantaggi dello streaming e non è così che dovrebbe funzionare l'economia”.
Chi è critico nei confronti dello streaming sostiene che, nonostante il numero crescente di abbonati a servizi musicali come Spotify, Amazon e Apple, i guadagni per i musicisti continuano a diminuire poiché sono sempre di più le pubblicazioni musicali ed è sempre più facile pubblicare nuova musica.
Ogni giorno vengono caricate sui servizi di streaming ben 65.000 nuove canzoni.
.
Vincitori e Perdenti Nell'era Dello Streaming
La ricerca Music Creators’ Earnings in the Digital Era offre anche un quadro più sfumato dei vincitori e dei perdenti nell'era dello streaming.
Il punto fondamentale resta che la torta delle entrate delle royalty non sta crescendo abbastanza velocemente da distribuire pagamenti considerevoli su un numero sempre maggiore di canzoni e artisti. 
Queste informazioni restano nella maggior parte dei casi nelle mani degli addetti ai lavori e delle major che le seppelliscono.
Informazioni preziose che dovrebbero essere discusse fra i musicisti, nei giornali, nelle scuole di musica e nelle università. 
Sono informazioni che possono aiutarti a creare una coscienza diversa come musicista, come professionista, come imprenditore all’interno dell’industria musicale. 
Conoscere i dati ti permette di capire contro cosa stai combattendo.
Ti permette di capire da che parte della barricata sei tu.
Se stai subendo il potere di pochi e se puoi attivare strategie diverse per guadagnare dalla musica che ami.
Forse dovresti considerare lo streaming musicale come un strumento per promuovere la tua musica piuttosto che, come fanno molti musicisti, uno strumento per vivere della tua musica.
.
Le Ultime Newsletter Più Lette
Scrivimi
Vuoi darmi dei suggerimenti su ciò che vorresti leggere in questa newsletter o hai una domanda da farmi?
Scrivimi, sarò felice di accogliere i tuoi consigli.
Se preferisci chiamarmi puoi prenotare un appuntamento qui.
.
Sostieni La Newsletter
Se vuoi sostenere il mio lavoro e scoprire risorse, tecniche, tattiche e strumenti che ti aiutino a promuovere la tua musica, se vuoi capire quali sono le strategie e i servizi che ti consentono di creare dei flussi economici in entrata con la tua musica, prendi in considerazione di abbonarti alla newsletter.
Non perdere le altre pubblicazioni di Fabrizio Pucci
Ti piace questa newsletter? No
Fabrizio Pucci
Fabrizio Pucci @FabrizioMusic

Music Promoter è il sito che raccoglie le risorse, i consigli e i migliori strumenti per promuovere la tua musica online.

Puoi gestire la tua iscrizione qui
Per non ricevere più questi aggiornamenti, clicca qui.
Se hai ricevuto questa newsletter tramite inoltro e ti piace, puoi iscriverti qui.
Created with Revue by Twitter.
FABRIZIO PUCCI - VIA MAGENTA 13 - 05100 TERNI - ITALIA